Fondo CEIS

Il CEIS, Centro Educativo Italo Svizzero di Rimini, è un villaggio educativo per bambini dai 3 ai 14 anni, tuttora attivo. Si è inaugurato il 1° maggio 1946 per l'azione di solidarietà internazionale del Soccorso Operaio Svizzero, su richiesta del sindaco e del vicesindaco socialisti Arturo Clari e Gomberto Bordoni, per aiutare la città, duramente colpita dai bombardamenti. Il villaggio, organizzato su progetto di Margherita Zoebeli (Zurigo, 7 giugno 1912 – Rimini, 25 febbraio 1996) e dell’architetto zurighese Felix Schwartz, funzionò dapprima come punto di aggregazione e servizi di prima necessità per la popolazione, poi dal 1946 come casa per gli orfani, scuola materna, scuola elementare. Margherita Zoebeli, ispirata a una visione pedagogica laica e libertaria, introdusse i principi pedagogici dell' “educazione attiva”, ancora pressoché sconosciuta in Italia, divenendo un punto di riferimento metodologico per i pedagogisti di tutto il mondo.

In base alla convenzione firmata nel 2015 fra la Biblioteca civica Gambalunga, la Fondazione Margherita Zoebeli e l’Associazione Centro educativo italo-svizzero, sono state depositati a tempo indeterminato l’Archivio di Margherita Zoebeli (35 buste ordinate; 11 buste e 1 valigia di carte non ordinate) e l'Archivio fotografico CEIS.

L'Archivio di Margherita Zoebeli è stato parzialmente ordinato tra il 2010 e il 2011 da Carlo De Maria, storico contemporaneista, per realizzare la pubblicazione Lavoro di comunità e ricostruzione civile in Italia. Margherita Zoebeli e il Centro educativo italo-svizzero di Rimini, (Viella, 2015). L'archivio di Margherita Zoebeli, conservato nella sua abitazione, dopo il suo decesso venne depositato nella sede della Fondazione. L'esiguità dello spazio causò la confluenza di carte della Fondazione Ceis, rendendo difficoltosa la ricostruzione della situazione originaria, anche per l'intreccio fra carte personali e documentazione professionale. Da qui la scelta dello studioso di separare le carte ritenute pertinenti all'archivio di Margherita Zoebeli dalla documentazione riconducibile all'archivio storico del CEIS, esclusa dall’inventario.

Il fondo CEIS è in fase di catalogazione nel Catalogo ScopriRete