Video della Gambalunga

Concetta Ferrario
#Galeottofuillibro #Gambalunga400

La Biblioteca Gambalunga è il luogo ideale per trasmettere e condividere saperi. Concetta, ispirata dalle sale antiche e dal fascino dei manoscritti in essa conservati, ne ha approfittato per insegnare l'antica arte della Calligrafia, suo grande amore di giovinezza, incontrata a Ravenna, mentre studiava Belle Arti. La scintilla? La Operina di Ludovico Vicentino degli Arrighi!

Paolo Fabbri
#Galeottofuillibro

 

Emma
#Galeottofuillibro #Gambalunga400

Tutti siamo stati bambini e tornare nei luoghi che ci hanno fatto vivere un emozione, che ci hanno fatto innamorare, per rivederli con occhi diversi ma ancora pieni d'amore. Emma viene in biblioteca da quando ha due anni!

Lorenza Ghinelli // #Galeottofuillibro #Gambalunga400

Milena Perazzini // #Galeottofuilibro #Gambalunga400

Alessandro Giovanardi // #Galeottofuillibro #Gambalunga400

Matteo Castellucci // #Galeottofuillibro #Gambalunga400

Paolo Fabbri // #galeottofuillibro

Laura Catrani e Claudio Astronio John Cage Sale Antiche

Laura Catrani Claudio Astronio Monteverdi Sale Antiche

Gambalunga 400 anni

Visite guidate alle Sale Antiche // Piero Meldini

Rimini cos'è

Rimini cos'è. Galleria dell'Immagine, Biblioteca Gambalunga, 26 ottobre 2019 - 26 gennaio 2020.
La Biblioteca Gambalunga racconta Rimini dall’Ottocento al capodanno 2000, proponendo ai visitatori un’immersione in immagini, che restituiscono una storia che sentiamo appartenere alla comunità. La città si mostra al nostro sguardo e noi con lei. La vediamo nelle facce dei suoi abitanti, nelle pietre dei suoi palazzi, delle sue strade e piazze, dove sono scritte le vicende attraverso cui è diventata quella che oggi appare. Una città antica dalla grande storia, che ha vissuto la notorietà e le angustie della povertà, le violenze delle occupazioni degli eserciti stranieri, i fermenti generosi della politica che le hanno dato diritti, indipendenza e libertà. Rimini che è stata un cumulo di macerie e dolore; Rimini che ha fatto del loisir una vocazione e un’industria. Rimini che è stata lo specchio anticipatore in cui si è riflessa l’Italia della post-modernità. Rimini che è stata “riminizzata” sotto colate di cemento, e si è ripensata nel segno di una diversa vivibilità sociale e urbana, della tutela del patrimonio storico e artistico, del verde urbano e del mare pulito. Capitale del divertimentificio, negli anni del disimpegno e della spensieratezza, dei paesaggi artificiali, della trasgressione e delle emozioni notturne. Rimini, la città bifronte, che ha scoperto di avere un’unica anima, inquieta e multiforme. La città storica, che ha le mura sbrecciate dal tempo e dalle guerre a segnare i suoi confini, guarda l’altra, cresciuta dove prima erano dune e mare, e pare dirle: “Osta te!”.

Rimini, Natale e neve tra gli anni '60 e '90

Innamorarsi a Rimini. Immagini dagli anni '50 agli anni '80

Carnevale a Rimini, 1961-1965

Rimini, che storia! n. 1

Rimini, che storia! n. 2

Claudia e Agnese #abbracciamociconlestorie

#abbracciamociconlestorie Margherita e Aurora

Piccolo Blu Piccolo Giallo

Passeggiate artistiche per la festa del papà

#Dantedì

Dantedì

E' vlen, poesia di Giuliana Rocchi letta da Gianfranco Miro Gori

Vedute e mappe della Rimini del '700