Comune di Rimini - Biblioteca Gambalunga

Logo stampa
 
 
Sei in: Primo piano

GRAFIE DI CONFINE

Faenza, Quondamatteo e gli altri: decifrare i dialettali rimimesi
ciclo di lezioni di Davide Pioggia
22 e 29 gennaio, 5, 12, 19 e 26 febbraio, ore 17-18.30
Biblioteca Gambalunga, Sala del Settecento

cartolina

 

La Biblioteca Gambalunga, nell’ambito del progetto “Lingue di confine” a cura di Fabio Bruschi, nei mesi di gennaio-febbraio 2015 promuove l’iniziativa “Grafie di confine. Faenza, Quondamatteo e gli altri: decifrare i dialettali riminesi”.
Si tratta di un ciclo di sei lezioni, a ingresso libero, tenute da Davide Pioggia nella Sala del Settecento della Biblioteca Gambalunga, secondo il seguente programma:

 

22 gennaio 2015, ore 17-18.30
Problemi e elementi di fonologia

29 gennaio 2015, ore 17-18.30
Applicazioni al dialetto riminese

5 febbraio 2015, ore 17-18.30
Interpretazione dei testi e letture

12 febbraio 2015, ore 17-18.30
Per una grafia fonologica

19 febbraio 2015, ore 17-18.30
Le parlate riminesi

26 febbraio 2015, ore 17-18.30
Dal latino al dialetto

 

 

Il riminese ha alcune caratteristiche fonetiche peculiari che ne fanno uno dei dialetti più interessanti per la linguistica, non solo nell’ambito dei dialetti romagnoli, ma più in generale nel panorama di quelli settentrionali. Particolarmente rilevante è l’opposizione fra vocali lunghe e brevi, che per certi versi rimanda al latino. Questa e altre peculiarità lo rendono assai diverso dall’italiano, e di conseguenza risulta molto difficile adattare la grafia dell’italiano per trascriverlo in modo soddisfacente. Alcuni autori riminesi si sono resi conto di tale difficoltà e hanno cercato di mettere a punto una grafia adeguata, ma ci sono riusciti solo in parte. Questo ciclo di lezioni intende mostrare quali sono le caratteristiche peculiari del riminese che ne rendono difficile la scrittura e come si possono superare i problemi che si pongono in tale impresa, tenendo presente che lo scopo di una grafia adeguata è quello di mostrare all’occhio ciò che sente l’orecchio. Ma cosa sente l’orecchio dei riminesi? E' da questa domanda che prende le mosse il ciclo di lezioni.

 


Davide Pioggia si è laureato in fisica e in seguito è passato allo studio della linguistica, occupandosi in particolare dei dialetti romagnoli. Fra le sue pubblicazioni sono particolarmente rilevanti i saggi Fonologia del santarcangiolese (2012) e Dialetti romagnoli (2014), quest’ultimo scritto in collaborazione con Daniele Vitali. Sempre con Vitali nel 2010 ha scritto un articolo sul dialetto riminese, e da qualche tempo sta lavorando a un saggio di approfondimento su questo dialetto.
Cura il sito www.dialettiromagnoli.it


 

Biblioteca Civica Gambalunga, Sala del Settecento
via Gambalunga 27, Rimini - ingresso libero

Info: Biblioteca Gambalunga, tel 0541704486 -  fax 0541704480
gambalunghiana@comune.rimini.it -  www.bibliotecagambalunga.it

 

Per visualizzare il contenuto è necessario accettare i cookie