Comune di Rimini - Biblioteca Gambalunga

Logo stampa
 
 
Sei in: Primo piano

BIBLIOTERAPIA. COME CURARSI (O AMMALARSI) COI LIBRI 2013

LA MERAVIGLIA. CHE PASSIONE!
19 ottobre-21 dicembre 2013
Tra gli ospiti, Umberto Curi, Eugenio Borgna, Vito Mancuso, Melania Mazzucco, Laura Boella e Mariangela Gualtieri

 

C'è nel riso dell'uomo/ la meraviglia
Mariangela Gualtieri

La quinta edizione di “Biblioterapia. Come curarsi (o ammalarsi) coi libri”, a cura della Biblioteca Gambalunga, con il contributo della Provincia di Rimini e il patrocinio dell’IBC, dedicherà le sue conversazioni e letture ad alta voce a indagare la meraviglia, secondo Cartesio la “prima delle passioni”. Dallo thàuma di cui scrive Aristotele, motore primo dell’amor di sapienza, sentimento in cui coabitano l’angosciato stupore dell’uomo dinanzi al divenire del mondo e la sacra ammirazione di fronte alla creazione divina, al nutrito catalogo di emozioni che ne espandono le sfumature, quali il sentimento del miracoloso, la paura, il terrore, l'orrore, la curiosità.

Tanto che si può parlare di un “pàthos della meraviglia” che attraversa le religioni, nutre la nostra letteratura, la poesia e l’arte quando esprimono il nostro commuoverci con il mondo e la nostra appartenenza al suo movimento misterioso.

 

 PROGRAMMA

19 ottobre. Sala del Giudizio. Ore 17.00
Umberto Curi
La passione del pensare. Il pathos come origine della filosofia

26 ottobre. Sala del Giudizio. Ore 17.00
Eugenio Borgna
Ascoltare l'infinito che è in noi

9 novembre. Sala del Giudizio. Ore 17.00
Vito Mancuso
Meraviglia o dolore

23 novembre. Sala del Giudizio. Ore 17.00
Melania Mazzucco
I Musei della meraviglia

VOCI DEL VERBO LEGGERE


30 novembre. Auditorium Istituto G. Lettimi. Ore 17.00
Wunderkammer. Stanze (e cassetti) delle meraviglie
Reading a cura di Lorella Barlaam con le letture e musica dal vivo dell’Associazione culturale Mala testa
(ingresso libero e gratuito)

7 dicembre. Sala del Giudizio. Ore 17.00
Laura Boella
Le imperdonabili (Mimesis, 2013)
Presentazione di Isa Valbonesi
(ingresso libero e gratuito)

AD AL(A)TA VOCE

14 dicembre. Teatro degli Atti. Ore 17.00
Perché allora l’universo scrive i suoi segreti con mano d’innamorato?
Mariangela Gualtieri

21 dicembre. Domus del Chirurgo. Ore 21.00
Progetto “Lingue di confine”
Le lingue di Federico
A cura di Loris Pellegrini

PROFILI

UMBERTO CURI è professore emerito di Storia della filosofia presso l’Università di Padova e docente presso l'Università "Vita e salute" San Raffaele di Milano. E' stato visiting professor presso numerosi atenei europei e americani. Ta le sue pubblicazioni: Un filosofo al cinema (Bompiani, 2006); Terrorismo e guerra infinita (Città aperta, 2007); Meglio non essere nati. La condizione umana tra Eschilo e Nietzsche (Bollati Boringhieri, 2008); Miti d’amore. Filosofia dell’eros (Bompiani 2009); Straniero (Raffaello Cortina ed., 2010), Via di qua. Imparare a morire (Bollati Boringhieri, 2011), Passione (Raffaello Cortina, 2013), L’apparire del bello. Nascita di un’idea (Bollati Boringhieri, 2013).

EUGENIO BORGNA, libero docente in Clinica delle malattie nervose e mentali presso l’Università di Milano, è responsabile del Servizio di Psichiatria dell’Ospedale Maggiore di Novara. Autore di numerosi saggi tra cui L'arcipelago delle emozioni (Campi del sapere, 2008); Malinconia (Universale Economica. Saggi, 2008), Le emozioni ferite (Feltrinelli, 2011); La solitudine dell’anima (Feltrinelli, 2011), Di armonia risuona e di follia (Feltrinelli, 2012), alterna una produzione più tecnica, rivolta ai colleghi psichiatri a libri più divulgativi dove analizza attraverso storie cliniche e letterarie emozioni e sentimenti che possono essere segni di disagio e psicosi.

VITO MANCUSO è stato docente di Teologia moderna e contemporanea presso la Facoltà di Filosofia dell’Università San Raffaele di Milano dal 2004 al 2011. Da marzo 2013 è docente di "Storia delle dottrine Teologiche" presso l'Università degli Studi di Padova. I suoi scritti hanno suscitato notevole attenzione da parte del pubblico, in particolare L’anima e il suo destino (Raffaello Cortina, 2007) e Io e Dio Una guida dei perplessi, (Garzanti, 2011). Dal 2009 è editorialista di “la Repubblica”. Il suo ultimo libro è Il principio passione. La forza che ci spinge ad amare (Garzanti, settembre 2013).

MELANIA MAZZUCCO ha scritto per il cinema e il teatro. I suoi romanzi Il bacio della Medusa (Rizzoli, 1996) e La camera di Baltus (Baldini e Castoldi, 1998) sono stati finalisti al Premio Strega, il terzo romanzo, Lei così amata (Einaudi, 2000), ha vinto il SuperPremio Vittorini, il Premio Bari Costa del Levante, il Premio Chianciano e il Premio Napoli. Nel 2003 con Vita (BUR Rizzoli) ha vinto il Premio Strega. Del 2009 è Jacomo Tintoretto e i suoi figli. Storia di una famiglia veneziana (Rizzoli), nel 2012 sono usciti da Einaudi Limbo, sulla guerra in Afghanistan e Il bassotto e la regina.

LAURA BOELLA, che insegna Filosofia morale e Etica dell’ambiente presso il Dipartimento di Filosofia dell’Università Statale di Milano, è una delle maggiori studiose di Hannah Arendt, Simone Weil, Maria Zambrano e Edith Stein. Le imperdonabili. Milena Jesenskà, Etty Hillesum, Marina Cvetaeva, Ingeborg Bachmann, Cristina Campo (Mimesis, 2013) è dedicato a cinque grandi figure femminili del ‘900 che hanno scelto la poesia e la scrittura come mezzo espressivo e modo di vivere il proprio tempo. Attraverso le lettere, i quaderni, i saggi, le poesie e le prose, esse offrono un modello di formazione di sé, in cui l’assolutezza non è fuga dalla realtà, ma contrasto con le forze distruttive dell’umano.

MARIANGELA GUALTIERI, poeta e attrice, è nata a Cesena e si è laureata in Architettura all’IUAV di Venezia. Nel 1983 ha fondato, insieme a Cesare Ronconi, il Teatro Valdoca, di cui è drammaturga. Ha pubblicato alcune raccolte di versi, fra le quali Antenata (Crocetti, 1992), Nessuno ma tornano (Cosenza, 1995), Sue Dimore (Roma, 1996), Nei Leoni e nei Lupi (Bologna, 1996), Parsifal (Cesena, 2000), Chioma (2001), Fuoco centrale (Einaudi 2003), Senza polvere senza peso (Einaudi, 2006), Bestia di gioia (Einaudi 2010) e Caino (Einaudi 2010).

 

 La partecipazione è vincolata all’iscrizione al ciclo di conversazioni. La cifra di 25 €, comprensiva dell’ingresso alle conversazioni e “Ad al(a)ta voce”, con riserva di posti a “Voci del verbo leggere”, va versata al momento dell’iscrizione. Ingresso alle singole conversazioni, vincolato alla disponibilità di posti: 5 €. Ingresso alla singola conferenza-spettacolo “Le Lingue di Federico”: 10 €. Le iscrizioni sono aperte da sabato 5 ottobre fino a sabato 19 ottobre, presso la Biblioteca civica Gambalunga-Ufficio Prestiti, via Gambalunga 27, Rimini

(Orario di apertura: da lunedì a venerdì: 8-19; sabato: 8-13).

info: Biblioteca civica Gambalunga: tel. 0541.704486; fax 0541.704480;
www.comune.rimini.it
https://www.facebook.com/biblioterapia2013

e-mail: gambalunghiana@comune.rimini.it

 

Comune di Rimini

 

Con il contributo di

 

Con il patrocinio di

 

Per visualizzare il contenuto è necessario accettare i cookie